Orgoglio senza pregiudizi

Così è, anche se non vi pare

foto tifosi

No, non ci sto; ridatemi il mio derby. Quello di tanti anni fa, quello che non mi faceva dormire nei giorni che lo precedevano, che mi dava tanta sana adrenalina e che mi faceva sentire cittadino di questa terra.
Da giornalista e da tifoso, per quanto mi sforzi, non sono riuscito a entrare in quella che oggi gli “ultrà” presentano con orgoglio come “mentalità”. Me ne scuso con i tanti buoni amici che si fregiano di tale attributo, ma io – con i miei anni e la mia passione – sono rimasto al tifo di una volta; si tratta di una specie di malattia contagiosa: di quelle che ti fanno vedere solo i tuoi colori e che ti inebria quando riesci a prevalere sull’avversario, specie se si tratta di un derby. Il tutto rientrante in una competizione sportiva, non altro.
Non credo che il sano “ultrà”, al di là dello stereotipo creato, sia di molto distante dal tifoso di una volta. Il tifoso voleva prevalere sull’avversario: voleva, se possibile, anche umiliarlo per poi dileggiarlo in nome di una superiorità che doveva venire solo ed esclusivamente dal terreno di gioco.
Il sale del “derby” era tutto qui, anche se spesso – fra le due fazioni in gioco – poteva sorgere qualche discussione non propriamente pacata; il tutto riconducibile a vedute diverse; a qualche rigore non concesso; a qualche svista arbitrale, favorevole a questa o quell’altra squadra.
I derby di una volta? Rivalità molta, anche accesa, sempre al limite di una passione senza confini. Ma odio mai. Ognuno con la propria fede, con le proprie convinzioni, ognuno con il proprio orgoglio e con il proprio campanile, ma senza pregiudizi, soprattutto senza odio.
Siamo ancora quelli di prima? Interroghiamo a fondo le nostre coscienze e poi – se siamo convinti di esserlo ancora – esprimiamo pure il nostro disappunto per un derby che non c’è più; ma non senza aver recitato – tutti assieme, su entrambi fronti – doverosamente, un “mea culpa”.
Con molto orgoglio, certo; ma anche senza pregiudizi.
Nino Ruggiero

distinti 1961

Sullo stesso argomento:
https://paganesegraffiti.wordpress.com/2012/10/27/717/
https://paganesegraffiti.wordpress.com/2013/03/08/paganese-nocerina-il-derby-che-non-ce-piu/
https://paganesegraffiti.wordpress.com/2012/08/02/questo-derby-e-una-ciofeca/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...